Delusione per gli invalidi civili: le pensioni d’invalidità non aumenteranno.

L’introduzione del reddito di cittadinanza non migliorerà le condizioni delle persone disabili la cui pensione rimarrà ferma a 285 euro al mese.

L’ha dichiarato il presidente provinciale dell’Anmic, Marilena Peluso, che invita tutti gli iscritti e non solo, a una mobilitazione generale indetta dalla sede nazionale per far valere i propri diritti.

Dopo mesi di ripetute promesse sul nuovo reddito di cittadinanza, il provvedimento che avrebbe automaticamente innalzato le misere pensioni d’invalidità, tutto è rimasto com’era e le pensioni restano ferme a 285 euro al mese.

Sarebbe stato più semplice ed equo garantire a tutti un semplice aumento, seppure minimo dell’importo, mantenendo così fede alle promesse elettorali.

Il presidente nazionale Anmic, Nazaro Pagano, nei giorni scorsi aveva fatto pervenire al Governo una serie di richieste concrete per migliorare il testo della bozza di decreto ma nessuno degli emendamenti proposti è stato preso in considerazione.